Riconoscimento professionale

Riconoscimento professionale2018-08-14T21:34:15+00:00

Il riconoscimento professionale permette l’esercitazione della professione in un altro paese (membro dell’U.E.), in base a un diploma ottenuto nel paese di residenza. Per quanto riguarda il riconoscimento professionale, deve essere fatta la distinzione tra le professioni regolamentate e le professioni o qualifiche non regolamentate. Una professione è considerata regolamentata quando il possesso di un diploma o di una qualifica professionale costituisce una condizione legale indispensabile per l’esercitazione della professione in causa. Se desidera ottenere il riconoscimento del diploma per l’esercitazione di una professione regolamentata in un altro stato, altro rispetto a quello in cui ha ottenuto la qualifica, deve sapere che esistono direttive europee che regolamentano questo problema. Le professioni di medico, dentista, infermiere professionale generico, veterinario, farmacista, ostetrica e architetto, sono regolamentate dalle direttive che prevedono il riconoscimento automatico dei diplomi, certificati, nella misura in cui adempiono le condizioni minime di formazione stabilite dalla legislazione comunitaria.

VEDI: Certificato di conformita

Il riconoscimento professionale delle qualifiche (diplomi, certificati di studio, o qualsiasi altro documento che attesta una formazione nell’ambito del processo di insegnamento), si riferisce al diritto di una persona di esercitare una attività professionale.

Il riconoscimento accademico può diventare, de facto, un riconoscimento professionale, quando il titolo conferito dal diploma può permettere al possessore l’esercitazione di una professione che nel paese ospitante non è regolamentata da nessun atto normativo, quindi non è una professione regolamentata.

Il riconoscimento de jure, è il riconoscimento delle qualificazioni acquisite nel processo di insegnamento per l’esercitazione di una attività professionale che nello stato ospitante e/o nello stato di origine è regolamentata da determinate leggi, o da altri atti normativi (professione regolamentata). Le Direttive UE si riferiscono al riconoscimento professionale de jure.

Romania è firmataria, dal 1997, della Convenzione di Lisbona, con riferimentoal riconoscimento delle qualifiche ottenute nell’insegnamento superiore negli stati della regione dell’Europa.

Istituzioni abilitate in Italia per il riconoscimento professionale

Ministero della Giustizia: per il riconoscimento delle qualifiche professionali nei settori che potrebbero essere il diritto, business, chimico, agronomico, geologico, ingegneria, psicologia, contabilità, indagine del terreno, perizia industriale e giornalistica.

Ministero dell’Industria: per le professioni di consulenza industriale e agenzie di scambio.

Ministero dell’Istruzione: per le professioni pedagogiche

Ministero della Salute – per le professioni nel settore medico

Per saperne di più, inviaci un messaggio!

Un membro del nostro team ti contatterà al più presto.

Sono d'accordo con Termini e condizioni

[recaptcha]